Blog

Home / Rimanere Incinta / Alimentazione: 7 Consigli per Supportare Fertilità e Fecondazione Assistita

Alimentazione: 7 Consigli per Supportare Fertilità e Fecondazione Assistita

Indice

Durante il mio percorso in PMA (procreazione medicalmente assistita) ho scoperto l’importanza di un corretto regime alimentare per aumentare la possibilità di concepimento o, nel mio caso, la qualità ovocitaria.

Credevo fosse sufficiente eliminare dalla dispensa i cosiddetti “cibi spazzatura” e, invece, è necessario avere uno stile di vita corretto e delle accortezze alimentari.

Ci sono alimenti che fanno insospettabilmente male e altri, a cui non avremmo mai pensato, che possono dare un “booster” alla nostra fertilità.

Ho quindi imparato che ci sono specialisti che possono accompagnarci nella ricerca della gravidanza con consigli e percorsi nutrizionali mirati.

CHIEDIAMO ALLA DOTTORESSA VERONICA RUSPI DI RISPONDERE ALLE NOSTRE DOMANDE

Ecco perché oggi ho invitato la Dott.ssa Veronica Ruspi, Biologa Nutrizionista specializzata nell’interazione fra gli interferenti endocrini presenti negli alimenti e l’apparato riproduttivo maschile e femminile.

La Dottoressa Ruspi, esperta della nutrizione a supporto della fertilità, si distingue per il suo approccio empatico e positivo, poiché lei per prima ha dovuto affrontare la diagnosi di infertilità e l’inizio dell’iter per la PMA.

La sua è una delle tante storie a lieto fine poiché poco prima di una ICSI (Iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi) è rimasta incinta naturalmente e ciò le ha dato la spinta ad approfondire la correlazione fra alimentazione e fertilità.

Oggi è qui con me per rispondere alle domande e ai dubbi tipici di chi si accosta per la prima volta a questa tematica.  

PERCHE’ SCEGLIERE UN NUTRIZIONISTA SPECIALIZZATO IN FERTILITA’?

Avvalersi di un professionista qualificato può aumentare le probabilità di riuscita della PMA nelle coppie con problemi di infertilità.

Una dieta personalizzata può favorire il corretto equilibrio degli ormoni coinvolti nella fertilità.

Un nutrizionista esperto in materia, dopo un’accurata anamnesi, può definire uno stile alimentare che includa, limiti e/o escluda, caso per caso, le vitamine, le proteine i carboidrati e i grassi sani più indicati.

QUALI SONO LE ABITUDINI ALIMENTARI CHE HANNO UN EFFETTO SIGNIFICATIVO SULLA FERTILITA’ DI COPPIA?

È sempre più evidente che le abitudini alimentari hanno un impatto significativo sulla fertilità della coppia.

I fattori che potrebbero influenzarla sono:

  • il peso corporeo;
  • la composizione corporea;
  • l’attività fisica;
  • l’alimentazione.

E’ indispensabile mantenere un peso sano: l’eccesso di peso o il sottopeso possono influire negativamente sulla fertilità sia nelle donne che negli uomini.

QUAL E’ L’ERRORE PIÙ COMUNE CHE FANNO LE PAZIENTI?

Uno degli errori più comuni che molte donne fanno per controllare il peso corporeo è eliminare i grassi.

Nella propria alimentazione, infatti, è necessario includerli poiché i macronutrienti (quali appunto grassi, carboidrati e proteine) svolgono un ruolo fondamentale nelle funzioni riproduttive.

In particolare, il glucosio e gli acidi grassi sono essenziali per una corretta ovulazione, per la crescita dei follicoli e per la loro maturazione finale.

Bisogna però stare attenti a generalizzare, perché Studi di settore hanno dimostrato che concentrazioni di grassi troppo alte o troppo basse possono influire sui livelli ormonali e di conseguenza sullo sviluppo ovocitario.

Un nutrizionista esperto in fertilità potrà valutare la corretta percentuale di grassi da mantenere nella dieta e, in base allo stato di salute della paziente, quali alimenti è bene escludere e quali includere.

QUANDO INIZIARE UNA DIETA PER LA FERTILITA’?

Una dieta utile per aumentare le chance di concepimento, qualora ci fossero i tempi giusti, dovrebbe essere iniziata almeno 3 mesi prima in quanto la formazione e la maturazione dei gameti (sia maschili che femminili) necessita di circa 90 giorni sia per la gravidanza naturale che per la fecondazione assistita.

E’ VERO CHE LA DIETA CHETOGENICA E’ LA PIU’ INDICATA IN QUESTI CASI?

Non è possibile generalizzare poiché esistono vari tipi di dieta chetogenica e non tutti possono sostenere la chetosi generata da questo regime alimentare.

La chetosi, infatti, è una condizione in cui l’organismo ottiene energia bruciando i grassi e producendo i cosiddetti chetoni, usandoli quindi come principale fonte di energia al posto dei carboidrati.

I corpi chetonici verranno smaltiti per via renale, ragion per cui in pazienti con determinate patologie è fortemente sconsigliata e, prima di prescriverla, è necessario che il Nutrizionista valuti il quadro generale della salute del paziente bilanciando ogni aspetto in maniera personificata.

Gli effetti della dieta chetogenica sulla fertilità non sono ancora completamente compresi e sono oggetto di dibattito.

In linea altamente generale, la dieta chetogenica ha:

  • i suoi pro (prevede un’alta assunzione di grassi e una moderata assunzione di proteine che potrebbero sostenere la funzione ovarica);
  • i suoi contro (un insufficiente apporto di carboidrati potrebbe interferire con la normale produzione ormonale).

COSA È MEGLIO MANGIARE NELLE FASI DELLA PMA?

Le aspiranti mamme dovrebbero avere un regime alimentare il più possibile vario ed equilibrato, assicurandosi di assumere il corretto apporto di vitamine e acido folico.

Proverò di seguito a dare qualche indicazione di massima, ma ricordo che è fondamentale prima di assumere qualsiasi integratore o di variare le abitudini alimentari, chiedere il parere del proprio ginecologo o nutrizionista.

Ogni individuo, infatti, è unico ed è necessario tener conto della situazione specifica: ad esempio chi ha il colon irritabile non può mangiare cibi integrali; invece, chi ha la glicemia alta non può mangiare carboidrati a farina bianca; chi è su col peso non può mangiare troppe proteine; chi è sottopeso è bene che le mangi ad ogni pasto, ecc.

Prima del Pick-up (prelievo ovocitario): è necessario garantirsi l’assunzione di una buona varietà di frutta e verdura di stagione (ideali le crucifere), cereali integrali, proteine magre come pesce fresco e grassi sani (avocado e frutta secca), vitamine, antiossidanti e minerali essenziali. E’ utile limitare gli zuccheri raffinati, i grassi saturi, le carni non biologiche e i piatti pronti. E’ opportuno eliminare caffè (consigliato the verde Bancha) e alcol.

Prima del Transfer (trasferimento embrionario in utero): consiglio una dieta ricca di alimenti antinfiammatori come frutta e verdure fresche, omega-3 (di cui è ricco il pesce) e i semi ma anche assicurarsi la giusta presenza nell’alimentazione di ferro e proteine.

IN COSA CONSISTE UNA CONSULENZA NUTRIZIONISTICA PER LA FERTILITA’?

Per quanto riguarda le consulenze che svolgo, nei mesi del percorso sono solita predisporre un piano specifico e valutare le migliori soluzioni e associazioni di cibi che aiuteranno a nutrire il corpo femminile per “formare” ovuli di buona qualità che sono alla base di embrioni di buona qualità.

Grazie alla Dott.ssa Veronica Ruspi per le tantissime informazioni e i preziosi consigli!

Per chi è interessato ad approfondire i suoi consigli può trovarli sul suo profilo Instagram @nutrizionistafertilita oppure chiederle una consulenza online o in Studio tramite il Form presente sul suo sito cliccando su questo link: veronicaruspi.it

SEGUICI anche su Facebook e Instagram!

>>> Articoli correlati:

Condividi questo articolo

Potrebbero interessarti

Dal nostro Shop

Zainetto Motivational Quotes

16,50
Zaino a sacca 100% cotone con doppia corsa di chiusura e rifiniture cucite. Dimensione 30×40 Applicazione Termovinilica di alta qualità.

Zainetto Animal PERSONALIZZABILE

16,50
Zaino a sacca 100% cotone con doppia corsa di chiusura e rifiniture cucite. Dimensione 30×40 Applicazione DTF di alta qualità.

Pochette Motivational Quotes

10,50
Pochette in tela con cerniera metallica, formato 21 x 12 x 5 cm Applicazione Stampa DTF di alta qualità. Design

IMMUNOtech

Il prezzo originale era: 29,50€.Il prezzo attuale è: 23,60€.

Stimola le naturali difese dell'organismo 

Integratore alimentare indicato nella prevenzione delle malattie da raffreddamento e nelle forme influenzali con proprietà antibatteriche ed antiinfiammatorie.
Carrello
Accedi

No account yet?

Shop
Lista dei desideri
0 articoli Carrello
Il mio account